Translate

IL BLOG DI LEONARDO MANETTI SUL CHIANTI E LE SUE CAPITALI: FIRENZE E SIENA
E SE ANCHE TU VUOI PUBBLICARE QUALCOSA SU QUESTA TERRA CONTATTAMI

venerdì 11 aprile 2014

IN PRIMAVERA, IL GIARDINO DELL'IRIS DI FIRENZE E' UNA TAPPA DA NON PERDERSI

All'angolo fra il viale dei Colli e Piazzale Michelangelo si trova l'ingresso del Giardino dell'Iris

Nella splendida cornice sotto il piazzale Michelangelo, non ci poteva essere posto migliore per accogliere questo paradiso da cui godersi il bellissimo panorama sulla città. Nel mese di maggio, chi passa tra le campagne del chianti, è sicuramente attratto dai bellissimi fiori degli iris, detto in gergo giaggiolo. L'iris è una pianta molto rustica e appariscente durante la fioritura per i suoi fiori carnosi. Purtroppo la fioritura dura pochi giorni e i fiori vanno perduti in poco tempo, questo rende il tutto ancora più speciale. Lo spettacolo richiama alla mente la ragione per le quali viene accostato questo nome latino alla pianta. Iris è in onore della dea Iride, la personificazione dell'arcobaleno. 



Ci sono numerosi Iris dai tantissimi colori che possiamo ammirare in questo favoloso giardino, ma merita una menzione particolare l' IRIS FLORENTINA, di colore bianco e detto giaggiolo bianco. L'Iris Florentina è il simbolo di Firenze e di numerosi altri comuni della Toscana, spesso erroneamente si pensa che sia un giglio e non il fiore stilizzato dell'iris. Fin dall'antichità come testimoniano anche le scritture è sempre stata fatta confusione tra gli iris e i gigli, una inesattezza botanica. I gigli e gli iris sono dello stesso ordine Liliales ma appartengono a due famiglie diverse: alle Liliaceae i gigli; alle Iridaceae gli iris. Inoltre da segnalare gli altri due Iris più diffusi nel Chianti: IRIS PALLIDA con il fiore di colore violetto pallido e detto comunemente giaggiolo odoroso, l'unica specie di iris coltivata, e la sua coltivazione non è data dalla bellezza del suo fiore ma dal suo rizoma. Questo, mondato o essiccato, durante la lavorazione che avviene nei mesi di luglio e agosto, acquista con il tempo un profumo e gli impieghi più importanti sono in profumeria e nella cosmesi; e l' IRIS GERMANICA, di color viola paonazzo detto giaggiolo viola.


Ci sono stato l'anno scorso e pultroppo l'ho trovato un po' trascurato, ma spero torni allo splendore di una volta perché è un luogo molto importante per le radici del territorio, ma immagino le difficoltà odierne per la buona manutenzione del tutto e quindi c'è bisogno dell'aiuto di tutti per aiutare la Società Italiana dell'Iris che ne cura la gestione. 


Orario: 10.00 - 12.30 / 15.00 - 19.00. Ingresso gratuito. 

Società Italiana dell'Iris tel. 055 483112    www.irisfirenze.it



Nessun commento:

Posta un commento

Condividi liberamente senza modificare, citando sempre chi è l'autore. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001