Translate

IL BLOG DI LEONARDO MANETTI SUL CHIANTI E LE SUE CAPITALI: FIRENZE E SIENA
E SE ANCHE TU VUOI PUBBLICARE QUALCOSA SU QUESTA TERRA CONTATTAMI

domenica 13 ottobre 2013

19 - 20 ottobre “Festa delle castagne” a Lucolena - Greve in Chianti


Torna la “Festa delle castagne”: all’insegna del prezioso frutto autunnale tipico dei boschi intorno a Lucolena, piccola frazione di Greve in Chianti. Vi aspettano le caldarroste e le ballotte accompagnate da un buon bicchiere di vino e non mancheranno gli stand gastronomici, i mercatini, i prodotti tipici, tutto nel tipico scenario della piazzetta di Lucolena circondata da boschi secolari, pascoli e abitazioni tradizionali.


La raccolta delle castagne avviene da ottobre raccattando prima quelle cascate da sé e poi abbacchiando con un bastone quelle rimaste sull'albero. Le castagne una volta tolte dai ricci per serbarle più a lungo si mescolano alla rena e si sotterrano in un luogo asciutto. Le castagne possono essere bollite, oppure arrostite sul fuoco o al forno, e vengono usate per preparare dolci, creme, marmellate, torte, frittelle, ma anche per ripieni dolci. Con la farina di castagne è possibile confezionare torte (castagnaccio), frittelle di castagne, crepes. Fra le varietà domestiche più note c'è il marrone che da il nome anche al frutto. La varietà marrone ha un più alto contenuto zuccherino e la grandezza è generalmente superiore alle castagne.


CASTAGNACCIO






  • farina di castagne 300 g
  • un bicchiere grande di acqua fredda
  • 6 cucchiai d'olio
  • 1 rametto di ramerino
  • una manciata di pinoli
  • una manciata di uva passa


Mettere l'uvetta in ammollo in acqua calda. In una ciotola sciogliere la farina di castagne con l'acqua e due cucchiai d'olio fino ad ottenere un composto senza grumi e fluido. Far riposare per almeno mezz'ora. Scaldare sul fuoco tre cucchiai d'olio con le foglioline di ramerino. Ungere d'olio una teglia dai bordi bassi versare il composto e cospargelo di pinoli, uvetta ben strizzata e l'olio insaporito di ramerino. Cuocere in forno per 30-40 minuti a 220°C.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi liberamente senza modificare, citando sempre chi è l'autore. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001