Translate

IL BLOG DI LEONARDO MANETTI SUL CHIANTI E LE SUE CAPITALI: FIRENZE E SIENA
E SE ANCHE TU VUOI PUBBLICARE QUALCOSA SU QUESTA TERRA CONTATTAMI

giovedì 29 ottobre 2015

PAPA FRANCESCO A PRATO E A FIRENZE IL 10 NOVEMBRE



VISITA PASTORALE DEL SANTO PADRE FRANCESCO A PRATO E A FIRENZE

Martedì, 10 novembre 2015

  • 7.00 Partenza in elicottero dal Vaticano;
  • 7.50 Atterraggio nel campo sportivo a Prato, Incontro con il mondo del lavoro, nella piazza antistante la Cattedrale;
  • 9.00 Partenza in elicottero da Prato per Firenze;
  • 9.15 Atterraggio nello stadio di atletica Luigi Ridolfi, a Campo di Marte;
  • 10.00 Incontro con i partecipanti al quinto convegno della Chiesa italiana nella Cattedrale fiorentina di Santa Maria del Fiore;
  • 12.00 Incontro con gli ammalati nella Basilica della Santissima Annunziata;
  • Pranzo con i poveri nella mensa di San Francesco Poverino, gestita dalla Caritas diocesana, in piazza della Santissima Annunziata;
  • 15.30 Santa Messa nello stadio comunale Artemio Franchi, Partenza in elicottero;
  • 18.00 Arrivo in Vaticano.


Per la Trasmissione video in diretta dal CTV (Centro Televisivo Vaticano) clicca qui: www.ctv.va/ctv


link utili all'evento:








LA MIA RELIGIONE – OMAGGIO A PAPA FRANCESCO di Leonardo Manetti



Sono cristiano cattolico,

potevo essere

protestante, ortodosso,

mormonico, avventista,

islamico, ebraico,

buddista, induista,

qualunque altra religione

non fa differenza,

ogni popolo ha la sua,

basta il rispetto,

in Italia voglio

la croce nelle scuole.


Credo in Dio

uguale per tutti,

lo prego alla sera

vado poco in chiesa

prima andavo spesso,

la parrocchia, i campi scuola,

la comunione, la cresima

come tanti bambini

che vivono qui,

ora sono ribelle

contro gli interessi,

l’ipocrisia, la falsità,

il culto del potere.


Vorrei una fede povera

i preti in prima linea

i frati tra la gente

le suore con i bambini,

quanti c’è ne sono

quanto poco se ne parla,

agli angoli della città

nel mondo della povertà

nei paesi senza sviluppo,

nella sofferenza, nella violenza

c’è sempre una missione,

discepoli dell’amore.


Papa Francesco

mi ha fatto riflettere,

le sue parole semplici

la sua umiltà

sono una rarità,

lo aspettavo,

ho ricominciato a credere

che tutto è possibile,

il credo è cosa buona

un appiglio di sostegno,

di speranza, di forza

sempre disponibile.




Papa Francesco – Favotto, olio su tela. S.Andrea della Valle, Roma




Nessun commento:

Posta un commento

Condividi liberamente senza modificare, citando sempre chi è l'autore. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001