Translate

IL BLOG DI LEONARDO MANETTI SUL CHIANTI E LE SUE CAPITALI: FIRENZE E SIENA
E SE ANCHE TU VUOI PUBBLICARE QUALCOSA SU QUESTA TERRA CONTATTAMI

martedì 3 febbraio 2015

SCOPRIRE IL CHIANTI DI LEONOR LORENZO ABALO

Fonte: National Geographic


Leonor si occupa di turismo e studia all'università di Santiago de Compostela ma la sua grande passione per la Toscana l'ha portata a fare un blog su questa terra che vi consiglio di leggere.

Per vedere il blog clicca qui  www.descubrelatoscana.com  


Il Chianti è una regione di grande tradizione vitivinicola, ne prende il nome il famoso vino che qui si produce, ma questa terra è anche un percorso affascinante tra paesi, castelli, cantine, enoteche e agriturismi. Il cuore del Chianti è attraversato dalla Strada Chiantigiana (SR222) che costeggia colline di vigneti, olivi e cipressi. Fra i posti più belli c'è Greve (che offre una singolare piazza principale), Radda, Gaiole con il castello di Brolio e Castellina (con le sue belle fortificazione). Questi paesi sono anche quelli più storici che diedero inizio al territorio del Chianti.

Fonte: "Arte e Storia della Toscana"
Il paesaggio che offre il Chianti è molto ricco e si può ammirare tra strade tortuose, stradine di campagna e sentieri che salgono fino a ville e castelli. Molte sono le chiese che hanno una storia millenaria, i castelli e le torri che mantengono un' atmosfera del Medioevo. 

L' attività principale degli abitanti è l’agricoltura, la produzione del vino "Chianti Classico Gallo Nero" (denominazione più limitata rispetto a quella Chianti che comprende un territorio più vasto) conosciuto e apprezzato in tutti i angoli del mondo, e quella di un buonissimo olio extravergine d’oliva. Il vino Chianti Classico storicamente nasceva dalla fusione di quattro varietà di uve locali: sangiovese e canaiolo (uve nere), malvasía e trebbiano (uve bianche), ma ora non è più così.

Ogni anno, la seconda settimana di settembre, c'è la mostra Expo Chianti Classico a Greve in Chianti, dove molti produttori del "Gallo Nero", presentanto i loro prodotti nella Piazza Matteotti, la piazza principale. Ogni azienda vitivinicola ha il proprio stand per la presentazione dei loro vini e degli altri prodotti tipici come l'olio d'oliva che produce nelle sue terre. 

Fonte Leonor






L'estate scorsa sono stata a Greve e ho trovato alcuni posti interessanti come l' Enoteca Falorni, la più grande del Chianti. Qui si può degustare i vini comprando una carta (come una carta di crèdito) che può essere di vari importi, minimo 5 euro. Con questa carta si può degustare tra la grande varietà di vini che ci sono, più di cento. Qui si vendono anche prodotti tipici della Toscana come formaggi, miele, olio, aceto, pasta...  

Si possono degustare anche i salumi dell' Antica Macelleria Falorni, situata in Piazza Matteotti, posto che non potete non visitare. Fondata nel 1806, questa macelleria localizzata nel centro di Greve, produce salumi d’altissima qualità.

Fonte Leonor










In piazza troviamo anche negozi di artigianato locale e di prodotti tipici gastronomici molto suggestivi.

Un' altra attività che si può fare in questa zona, è l’enoturismo. Si può passeggiare nei vigneti godendo di un paesaggio unico e poi assaggiare i vini, e si ti piace qualcosa, comprarlo direttamente dal produttore. Ci sono molti aziende vitivinicole a Chianti, ma io raccomando l' Azienda Sagrona Manetti, una piccola azienda a conduzione familiare a Greve vicino alla piazza principale. Qui potete trovare il vino tipico di questa terra e altri prodotti come olio d’oliva. Se volete più informazione, cliccate qui di seguito sul loro sito : www.sagrona.com









Come arrivare nel cuore del Chianti? Da Firenze è abbastanza facile ci sono circa 30 chilometri.

In macchina ci vogliono più o meno 50 minuti, si deve prendere una strada che attraversa tutta la valle, la Strada Chiantigiana della quale vi ho parlato all' inizio.
Oppure si può prendere l’autobus (sita) alla stazione vicino quella del treno di Santa María Novella e in una ora si arriva a Greve.
Con il treno è più complicato perchè si deve fare un cambio a Empoli e poi si arriva a Castellina a Scalo o a Siena in un' ora e mezza.

Per i prezzi, sia con l’autobus che con il treno è circa 8 euro per viaggio. Per maggiori informazioni potete guardare cliccare sui seguenti link:




Nessun commento:

Posta un commento

Condividi liberamente senza modificare, citando sempre chi è l'autore. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001