Translate

IL BLOG DI LEONARDO MANETTI SUL CHIANTI E LE SUE CAPITALI: FIRENZE E SIENA
E SE ANCHE TU VUOI PUBBLICARE QUALCOSA SU QUESTA TERRA CONTATTAMI

martedì 24 dicembre 2013

25 DICEMBRE – NATALE

Il Natale è preceduto da nove giorni dedicati alla preparazione della festa mediante funzioni e preghiere nelle chiesa, la novena di Natale che inizia il 16 dicembre e si conclude il giorno della vigilia. Il Natale ormai è ricordato per tipici festeggiamenti che erano estranei all'ambiente rurale: l'albero di Natale e i regali non appartengono alle tradizioni delle nostre campagne. La vera festa dei bambini era infatti la Befana. Se l'albero di Natale era sconosciuto, i presepi potevano essere ammirati presso le chiese e i conventi, ed erano detti “le capannucce”. Ma ormai sono tanti anni che il presepe e l'albero di Natale hanno preso piede e vengono allestiti nelle case e all'aperto.


Natale divino


Mi giunge un lieto suono di campane
per l'aere silenzioso
di profano garrir: dalle lontane
chiese degli ermi colli e delle amene
pendici, a ondate viene.
Per la campagna scura, che il contorno
d'ogni gentil sua forma
e d'ogni suo color perdè col giorno,
aleggia un alto spirito di pace,
che a pio intelletto piace.
Dalla remota casa il buon villano
accorre alla chiesola
i vicini chiamando e reca in mano
accesa face onde chiarir la via
a quella turba pia.
Anch'io ricordo d'un'età lontana
il delirar sì pio
che m'invadea. Dolce memoria arcana
che ne ritorni, or che Natale viene
a ravvivar la speme!
Del Bambinel Gesù la capanella
adornavo festante
di muschi, ghiaia, alloro e mortella,
e sul camin ponea carchi di doni
i pastorelli boni,
Un tardo bove, un asinel devoto,
mettea dietro la cuna
e l'estatica madre con l'immoto
Giuseppe santo, ad ascoltar rapiti
i divini vagiti.
Echeggiava per l'aere luminoso
della mistica notte,
degli angelici cori un melodioso
vaticinio di pace che, giocondo,
si diffondea pel mondo.
Deh! Pace torni e tolga a noi strani
fantasmi del peccare:
dal grave pondo degli affanni umani
ne risollevi, or che Natale viene
a ravvivar la speme!



Bianca Zeffira Mazzoni  
(@diritti riservati)

Cg. Ippolito Martini



fonte: “Il Chianti” 26-27/12/1903 – n. 52




Nessun commento:

Posta un commento

Condividi liberamente senza modificare, citando sempre chi è l'autore. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001